Profilo

Alfredo SaggioroHo avuto la fortuna di avere molti "buoni maestri".

Ho girato mezzo mondo per conoscere e imparare.

Mi sono sempre fatto molte domande e studiato per darmi risposte.

 

La mia storia comincia quando decisi di fare il Gastroenterologo. Era il terzo anno di medicina e già, il Prof. Aloisi, insigne patologo di Padova, mi aveva instillato il concetto che non si deve osservare solo il particolare, ma conoscere l'intero organismo se si vuole dare spiegazione ai fenomeni osservati. Al quinto anno di medicina ero già a Londra, da Sir Francis Avery-Jones, uno dei padri fondatori della Gastroenterologia, ammirato dalla sua cultura enciclopedica che spaziava in ogni campo della medicina. Poi è stato un crescendo.

 

Dopo la laurea nel 1972 ho frequentato spesso l'Inghilterra per Corsi di Specializzazione, come l'Advanced Course in Gastroenterology organizzato dalla British Postgraduate Medical Federation, un vero e proprio corso di specializzazione e l'Advanced Course in Liver Diseases sotto la guida di Dame Sheila Sherlock, la più grande epatologa dell'epoca, che ha fatto la storia anche con i suoi libri. Ma non bastava e sono stato in Giappone all'Aichi Cancer Center di Nagoya dal Dr. Tatsuso Kasugai ad apprendere l'arte endoscopica, primo in Italia a fare ERCP e vie biliari e endoscopia interventistica, che poi ho perfezionato da Liguori all'Hopital San Antoine di Parigi. Nel 1974 mi sono specializzato all'Università Della Sapienza di Roma in Gastroenterologia e nel 1979 in Medicina Interna all'Università di Padova.

 

Ho poi spostato i miei interessi negli USA frequentando molti Centri di rilevanza, Come il Massachusset General Hospital dell'Harvard University di Boston, il Mount Sinai Hospital di New York e a Houston il Metodist Hospital e il Prof. David Graham al Baylor College of Medicine...e molti altri. All'AGA di Washinghton nel 1985, oggi DDW, sono stato il terzo italiano della storia di questo prestigioso congresso a essere selezionato per fare una presentazione in aula, sulla "emostasi endoscopica delle ulcere sanguinanti", e la mia presenza a Congressi nazionali e internazionali come relatore si è fatta molto fitta.

 

Nel 1988 sono diventato Primario di Gastroenterologia, 19° Primario nella storia della gastroenterologia italiana: prima all'Ospedale Umberto I di Venezia-Mestre (oggi Ospedale dell'Angelo), poi, dal 1999 anche dell'Ospedale SS. Giovanni e Paolo di Venezia. Nello stesso anno, una svolta nella mia vita mi ha portato a valutare meglio alcuni fenomeni. e mi sono avvicinato alla Medicina Funzonale che ho cominciato ad approfondire e della quale ritengo di essere ormai un discreto esperto.

 

Competenze specifiche

  • Gastroenterologia
  • Probiotici
  • Medicina funzionale
  • Microbiota

Argomenti trattati

Gastroenterologia

Probiotici

Microbiota

Patologie extraintestinali